Master Economia Civile per il turismo, il benessere dei territori e una nuova cultura d’impresa – Piano di Studi

Il Master in Economia Civile per il turismo, il benessere dei territori e una nuova cultura d’impresa consente di scegliere tra 4 diverse opportunità di frequenza:

Il Master in Economia Civile per il turismo, il benessere dei territori e una nuova cultura d’impresa consente di scegliere tra 4 diverse opportunità di frequenza:

Tipologia allievoModalità didattica
Allievo ordinarioPresenza
Allievo ordinarioDistanza
UditorePresenza
UditoreDistanza

Il master ha durata annuale per un totale di 180 ore. Le lezioni hanno inizio il 14 Gennaio 2022.

Le lezioni in presenza si terranno presso la Fondazione Campus, via del Seminario Prima 790, 55100 Monte S. Quirico – Lucca.

Il programma didattico si articola in 4 macroaree: area economica, area giuridica, area sociologica e area turismo.

Piano di studi

AREA ECONOMICA

Economia civile: teoria e origini storiche

CFU: 2

Ore: 12

Descrizione:  Il corso analizza criticamente il concetto di economia civile e le sue diverse premesse teoriche e storiche. Attraverso una panoramica della letteratura su questo tema, saranno approfonditi i concetti di valore (nelle diverse accezioni che essa assume nell’ambito della cultura economica “civile”), sapere pubblico, felicità/benessere, bene economico (materiale e immateriale), capitale umano e sociale, responsabilità e bilancio sociale. Verrà altresì ripercorsa la storia del pensiero economico, alla ricerca di filoni di pensiero eterodossi che hanno messo in discussione la capacità del libero mercato di assicurare la governamentalità delle società moderne, di risolvere ingiustizie e diseguaglianze e più in generale di strutturare le relazioni interpersonali qualificandole più fortemente nel senso dell’empatia, della reciprocità, del “riconoscimento civile” anche nella sfera della produzione e del consumo.

Comportamenti sociali e relazionalità

CFU: 2

Ore: 12

Descrizione: Il corso pone a confronto la concezione dei comportamenti sociali e della relazionalità alla base dell’economia civile con le ricerche sviluppate nell’ambito dell’economia sperimentale e comportamentale su altruismo, reciprocità e pro-socialità.

L’impatto sociale delle politiche ambientali

CFU: 2

Ore: 12

Descrizione: Il corso mira a chiarire le interconnessioni tra la dimensione socioeconomica e quella ambientale. Introduce inoltre all’uso dell’analisi degli scenari per la valutazione delle politiche. Alla fine del corso lo studente sarà in grado di applicare la metodologia del pensiero sistemico come strumento per l’analisi e la risoluzione di problemi complessi, es. conseguenze dello sviluppo dell’economia circolare sul turismo nel territorio.

La governance policentrica e la gestione dei beni comuni

CFU: 2

Ore: 12

Descrizione: Nel corso si fa riferimento al metodo di analisi messo a punto da Elinor Ostrom (premio Nobel per l’economia) per valutare come e quanto le comunità generino bene comune

ponendo in essere pratiche di auto-organizzazione nella gestione delle risorse. Lo IAD, Institutional Analysis and Development, è uno strumento che aiuta a identificare e

valorizzare i fattori che nelle comunità consentono di amministrare efficacemente e rigenerare risorse scarse. Saranno presentati e analizzati case-studies inerenti le ‘buone pratiche’ di gestione e valorizzazione di beni comuni.

Il concetto di sviluppo sostenibile: dalle sue origini ad Agenda 2030

CFU: 2

Ore: 12

Descrizione: il corso ha inizio presentando il concetto di Sviluppo Sostenibile e la sua evoluzione sino ad Agenda 2030, la quale viene analizzata sia nelle sue linee programmatiche che nei diversi obiettivi. Per comprenderne l’effettiva realizzabilità, sarà necessario inquadrare le origini del degrado ambientale e di come l’impatto dell’economia umana si sia ampliato al punto da essere giunti addirittura a ipotizzare l’avvento di una nuova epoca goelogica, l’Antropocene

Organizzazione per l’economia civile

CFU: 2

Ore: 12

Descrizione: Il corso guida i partecipanti ad approfondire i seguenti temi: relazioni intra-organizzative ed interorganizzative; lavoro in team e network intersettoriali pubblico-privato-non profit; cultura organizzativa e cultura di rete; mission, vision e finalità organizzative; organizzazioni con duplice scopo; organizzazione aziendale e sostenibilità; stakeholder engagement; sistemi informativi per l’economia civile; casi studio di aziende e reti.

Economia civile e finanza etica

CFU: 2

Ore: 12

Descrizione: il corso consente agli studenti di saper: descrivere gli aspetti chiave della finanza a impatto sociale; comprendere gli elementi chiave per l’accesso alla finanza ad impatto sociale per lo sviluppo e la crescita; selezionare diversi campi di applicazione della finanza a impatto sociale; applicare modelli di finanza ad impatto sociale al raggiungimento degli SDG in diversi contesti e scale; individuare lo strumento di finanza ad impatto sociale più idoneo per gestire le azioni di innovazione sociale.

AREA TURISMO

Destinazione turistica e politiche di sostenibilità aziendale

CFU: 2

Ore: 12

Descrizione: Il corso analizza il concetto di destinazione turistica acquisendo una visione specifica della realtà del turismo del territorio e sviluppando strategie di sviluppo sostenibile della destinazione turistica.

Diritto ambientale, transizione ecologica e sostenibilità dei sistemi turistici

CFU: 1

Ore: 6

Descrizione: il corso consente ai partecipanti di descrivere gli strumenti giuridici per la transizione ecologica fondati sulla partecipazione dei cittadini alle decisioni pubbliche concernenti i sistemi turistici; individuare le procedure e le pratiche per il governo sostenibile del territorio e del turismo.

Turismo sostenibile e benessere dei territori

CFU: 2

Ore: 12

Descrizione: il corso approfondisce il tema della sostenibilità turistica, fornendo le conoscenze e gli strumenti necessari all’analisi e interpretazione dei fenomeni turistici nonché capacità di analisi e interpretazione dei sistemi territoriali.

AREA GIURIDICA

Diritto del Terzo settore

CFU: 1

Ore: 6

Descrizione: il corso mira a fornire la conoscenza della dimensione giuridica e istituzionale dell’economia civile con specifico riferimento alla disciplina del Terzo settore.

Diritto dei beni comuni

CFU: 1

Ore: 6

Descrizione: il corso mira a fornire la conoscenza della dimensione giuridica e istituzionale dell’economia civile con specifico riferimento ai beni comuni.

Diritto dello sviluppo sostenibile

CFU: 1

Ore: 6

Descrizione: il corso mira a fornire la conoscenza della dimensione giuridica e istituzionale dell’economia civile con specifico riferimento agli strumenti giuridici per la tutela e lo sviluppo sostenibile dei territori.

Diritto agro-alimentare

CFU: 2

Ore: 12

Descrizione: il corso mira a fornire la conoscenza della dimensione giuridica e istituzionale dell’economia civile con specifico riferimento alla valorizzazione delle culture locali e delle produzioni agroalimentari.

AREA SOCIALE

Innovazione sociale

CFU: 3

Ore: 18

Descrizione: il corso ha l’obiettivo di analizzare la dimensione sociale della economia civile con particolare riferimento ai processi di rigenerazione urbana e d’innovazione sociale

AREA TRASVERSALE

Laboratorio di elementi di economia civile nell’impresa

CFU: 3

Ore: 18

Descrizione: il corso intende integrare e fare sintesi di tutte le competenze acquisite durante il master per creare valore economico, sociale e ambientale nell’organizzazione dell’impresa/associazione/ente, rispondendo alla logica di una nuova economia evoluta verso la transizione ecologica in atto.

Tirocinio

CFU: 18

Ore: 450

Descrizione: ogni partecipante dovrà affrontare un tirocinio professionalizzante all’interno di enti pubblici e privati. Nel corso di questa esperienza lo studente da un lato potrà applicare le competenze acquisite nel master, dall’altro potrà ottenere maggiore consapevolezza dei propri mezzi e soprattutto acquisire competenze pratiche sempre più richieste dal mondo del lavoro.

Project work finale

CFU: 12

Ore: 300

Descrizione: la prova finale consiste nella realizzazione di un progetto aziendale, al fine di mettere alla prova i partecipanti nel raggiungimento di obiettivi specifici e concreti.

È prevista una frequenza di almeno 70% delle lezioni.

Il programma permette di maturare 60 crediti per il rilascio del titolo di Master dell’Università di Pisa.